Villa Badoer detta “La Badoera”

Via Giovanni Tasso, 3 - 45025 - Fratta Polesine (RO)

Costruzione: 1500
Architetto: Andrea Palladio
Contesto ambientale: Urbano
Villa Badoer, detta La Badoera, sorta a Fratta Polesine tra il 1555 ed il 1557 "... ove era anticamente un castello di Salinguerra da Este..." (A. Palladio, I Quattro Libri dell'Architettura, Venezia, 1570) è una delle più prestigiose del Veneto. Il progetto e la realizzazione furono affidati da Francesco Badoer, discendente di una nobile famiglia veneziana, ad Andrea Palladio, uno dei massimi architetti italiani del '500 (Andrea di Pietro della Gondola, detto Andrea Palladio, Padova 1508- Maser - Treviso 1580). La Badoera è costituita da un corpo centrale, destinato a residenza dei nobili proprietari, cui sono annesse (mediante la diramazione della scala centrale in due rampe laterali) due barchesse, che chiudono a semicerchio il prato antistante. La facciata, completata da un elegante frontone, è ornata da un monumentale pronao (spazio delimitato da colonne o pilastri, all'esterno o all'interno della facciata di un edificio), al quale si accede percorrendo un'ampia scalinata. Prestigioso l'interno, suddiviso in un salone centrale ed in vani attigui, decorati con affreschi realizzati da Pierfrancesco Giallo Fiorentino alla fine del sec. XVI. Le immagini rappresentano scene mitologiche (alcune delle quali legate al territorio) e grottesche (ornato che interpreta motivi decorativi derivati dall'antichità classica). Nel corso del '700 si procedette all'allungamento delle due barchesse ad emiciclo, alla risistemazione degli interni ed alla posa dello stemma della famiglia Moncenigo sul frontone. Nel 1996 è stata dichiarata dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità.
Eccellenze del contesto: Villa Molin-Avezzù, Casa Museo Matteotti, Villa e Parco Labia, Villa Dolfin Casa Divina Provvidenza, Palazzo Dolfin Boniotti ora Manegium, Palazzo Campanari Ville della Carboneria: Palazzetto dei Villa - Cornoldi ora Fanan, Palazzo Lippomanno Monti - ora Viaro, Villa Davì ora Guzzon - Zanobbi, Villa Oroboni
La Villa, patrimonio UNESCO, è luogo vivo, centro di innumerevoli attività culturali, splendido teatro per mostre, convegni, eventi e spettacoli.
La visita comprende sia il prestigioso interno sia il parco (anteriore-posteriore).
Inoltre, la barchessa settentrionale della villa ospita il Museo Archeologico Nazionale di Fratta Polesine, che conserva in particolare importanti reperti riguardanti la vita, le attività artigianali e commerciali del villaggio di Frattesina, che si trovava presso la sponda di un antico ramo del Po (XII-X secolo a.C.).

 

 

ACCOGLIENZA E SERVIZI

Periodi di apertura:
dal 1° novembre al 28 febbraio: giovedì, sabato e domenica dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30
dal 1° marzo al 31 ottobre: giovedì, venerdì, sabato e domenica dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30
Aperture straordinarie: Lunedì dell'Angelo, 25 aprile, 1° maggio, 2 giugno, 26 dicembre
Biglietto: intero Euro 3,00 - ridotto Euro 1,50 ( Per informazioni ingressi e prenotazioni: Aqua S.r.l. tel. +39 0426 662304; fax +39 0426 661180
e-mail: info@aqua-deltadelpo.com)
Orario apertura visita Museo Archeologico Nazionale: 8.30 - 19.30
tutti i giorni, festivi compresi. Chiusura biglietteria ore 19.00
Costo biglietto € 3.00

Servizi: Visite Guidate, Giardino

 

COME ARRIVARE

Distanza areoporti:
Verona  - 91 Km
Venezia - 99 Km
Autolinea: Linee extraurbane Fratta Polesine-Trecenta-Badia Polesine, Rovigo-Caneselli  - 0.4 Km
Treno: Rovigo  - 19 Km

 

VILLA BADOER DETTA LA BADOERA

Via Giovanni Tasso, 1
Fratta Polesine 45025 (RO)

 

INFORMAZIONI E CONTATTI

Nr. Catalogo I.R.V.V.: A0500000750

Ufficio Villa Badoer e Museo Archeologico:
Tel. +39 0425 668523
Email: servizio.cultura@provincia.rovigo.it
Web: www.provincia.rovigo.it/cultura

I contenuti visualizzati sono stati forniti dai proprietari delle strutture

AGGIUNGI COME ITINERARIO PERSONALIZZATO

EVENTI IN VILLA

 

 

 
© Copyright - Villevenete.net